Racconti da spiaggia - I vincitori del contest letterario estivo

Racconti da spiaggia, chi vince la sfida?

Ebbene si, siamo giunti al gran finale di stagione!
Dopo ben tre mesi, il contest Racconti da spiaggia oggi si chiude e proclamiamo i vincitori sul podio. Non è stato affatto semplice, con ben 16 racconti in gara e tutti di ottimo livello: i nostri giudici Daniela, Alessandro, Simona e mozzo Federico, dopo una lunga battaglia senza esclusione di colpi (e stelline), sono faticosamente giunti ad un accordo.

“Si dai ragazzi, il cannone è scarico, tranquilli. Questa è la lista dei vincitori? Bravi, così mi piace.”

Al contest precedente, in occasione del primo compleanno del blog, i giudici avevano un solo premio da assegnare al racconto migliore, ma i testi pervenuti erano così buoni che all’ultimo minuto decidemmo di conferire delle menzioni speciali per il secondo e terzo classificato. Potete leggere qui come terminò quel contest: Un compleanno e un vincitore

Memori di quell’esperienza, questa volta abbiamo messo in palio tre premi distinti, impegnandoci anche per un primo premio in denaro, con una gift card libraria (nei limiti concessi dalla legge per non rientrare in una manifestazione a premi, che mi ci manca solo il Notaio da tenere a bada… quattro giudici sono più che sufficienti, garantisco! 😀 )
Tre premi per i tre mesi di apertura del contest, da giugno a settembre. Tre premi per dare l’occasione anche ai giovanissimi scrittori, in vacanza dalle scuole, di concorrere con un’attività divertente ma interessante. Tre premi che avrebbero dovuto facilitare il compito ai giudici, mettendoli d’accordo su almeno tre vincitori diversi, come i loro gusti.
E invece è stata durissima lo stesso.

“Ognuno di noi dovrebbe valutare il testo come valuterebbe un libro letto nella normalità della propria vita da lettore. Se tu prediligi una cosa diversa è giusto che valuti per quella cosa.”

“Per quello la giuria è plurima e variegata. Mi piace anche chi, con un racconto breve, ben scritto, ha lasciato un languore nel mio cuore. Non è mica sempre una questione di lunghezza.”

“Io propongo di dare le stelline, da 0 a 5, ai racconti che leggiamo, da sommare a quelle date dagli altri concorrenti.”

“E alla fine chiamiamo Alessandro Borghese. Ma ricordate: il suo voto potrà confermare o ribaltare il risultato…”

“No, no, devo essere più cerebrale. Se continuo così regalo stelline a tutti, chi per un motivo chi per un altro!”

“…ma volete anche il Golden Buzzer la prossima volta?!”

 

Le Parole Coordinate e le Parole Impreviste

Le regole per la partecipazione erano poche, ma semplici: scrivere un racconto breve (max 10.000 caratteri, spazi inclusi) o una poesia, che contenessero le Parole Coordinate per tracciare la rotta di navigazione, iscriversi alla newsletter per ricevere le Parole Impreviste, inviare il racconto o pubblicarlo sul proprio blog entro le ore 24 del 10 settembre 2018. Le avevamo scritte tutte qui: Racconti da spiaggia, un contest letterario per l’estate!

Queste erano le Parole Coordinate da rispettare:

Ondivago – Bardo – Clafoutis – Brillante

e queste le Parole Impreviste inviate nel mese di luglio, in due date casuali (e agli iscritti successivamente su richiesta):

ENTROPIA – ADAMANTINO

Non era necessario che le parole fossero in questo ordine nel testo, su questo abbiamo dato massima libertà. E tutte le parole potevano essere intese in uno dei loro diversi significati, ove ne esistano più d’uno.
Si trattava quindi di scrivere una storia lasciandosi ispirare da una matrice di prompt, di cui avevamo parlato qui: Che cosa sono le Matrici di prompt 

Abbiamo avuto una maggior partecipazione da parte di scrittori non blogger, forse perché dal primo contest i numeri di webnauta sono triplicati almeno e quindi raggiungiamo molte più persone che scrivono, ma non si pubblicizzano con un sito personale. Tra l’altro molti blogger entrano in pausa d’estate e questo anziché giovare alla loro partecipazione, li ha fatti perdere un po’ per strada, o per mare. Il sacro fuoco della scrittura non va d’accordo con la calura d’agosto.
Contrariamente alle nostre aspettative, abbiamo avuto pochissimi concorrenti tra i ragazzi, nonostante ben tre mesi per elaborare uno scritto, quando in classe hanno solo poche ore per un tema d’Italiano, non sempre a scelta libera. Svogliatezza estiva anche per loro? L’autorizzazione dei genitori, d’obbligo per i minorenni, li ha messi in difficoltà? Intimoriti dal gareggiare con scrittori adulti?
In ogni caso, siamo molto soddisfatti delle belle storie che tutti hanno inviato.

Ecco la lista dei sedici magnifici racconti in gara, in ordine di arrivo, se volete rileggerli tutti:

  1. Disegna la tua storia – Contest di webnauta – una storia da spiaggia -1 di Gian Paolo Marcolongo dal suo newwhitebear’s Blog
  2. La scelta di Clarisse. Il mio racconto da spiaggia del contest di Webnauta per l’estate di Nadia Banaudi dal suo blog svolazzi e scritture
  3. Le leggende di Annecy di Darius Tred dal suo Darius Tred Retro Blog
  4. Bernardo da Limoges di Elena Ferro dal suo blog Volpi che camminano sul ghiaccio
  5. Fermarsi all’ovvio di Vecchio viaggiatore di panchine
  6. Come Bonnie e Clyde di Maria Teresa Steri dal suo blog Anima di carta
  7. Il Bardo di Daniel Cutroth
  8. Luce d’estate di Giulia Mancini dal suo blog Liberamente Giulia
  9. Schema libero di Rosalia Pucci dal suo blog Scrivere la vita
  10. Il sonno di Ossian di Agata Minucci
  11. Distopia paradossale di Calogero Salvaggio
  12. Settembre caldo di Minnie
  13. La tormenta di Filippo Ferraretto
  14. Colonia estiva: il racconto di una prigionia di Marco Bottaro
  15. La fine di una crudele di Riccardo Moncada
  16. Il Gatto Bardo di Lucia Filetti

 

E i vincitori sono…

I signori giudici avevano a disposizione un voto da 1 a 5 stelle per ogni racconto. C’è chi ha valutato lo stile, il linguaggio, la struttura, i dialoghi della storia, in maniera minuziosa, e chi ha invece deciso di lasciarsi andare all’emozione, di esprimere con un voto quanto quel testo gli aveva suscitato dentro, senza guardare la trama, il genere, la lunghezza dello scritto. Un po’ come i libri: non sempre sappiamo perché proprio quel libro lì ci è entrato nel cuore, contro ogni aspettativa. Alla fine non hanno tenuto conto solo del totale finale delle stelline ricevute da ognuno, ma anche della variabilità dei loro giudizi: chi riusciva a metterli d’accordo nonostante i loro gusti diversissimi.
Ecco dunque i tre vincitori:

3° classificato: il cappellino del Mozzo

Le leggende di Annecy di Darius Tred dal suo Darius Tred Retro Blog

Racconti da spiaggia - Terzo premio: cappellino webnauta

2° classificato: la tazza del Navigatore

Come Bonnie e Clyde di Maria Teresa Steri dal suo blog Anima di carta

Racconti da spiaggia - Secondo premio: tazza webnauta

1° classificato: gift card di Libri

La tormenta di Filippo FerrarettoRacconti da spiaggia - Primo premio: gift card da 20 euro

Per quanto mi sarà possibile, cercherò di consegnare personalmente i premi. Altrimenti saranno recapitati a mezzo posta e magari i vincitori ci faranno onore di una foto con il premio ricevuto. 😉

 

Ringraziamenti

A tutte le persone che si sono messe in gioco, perché scrivere con una matrice di prompt ed un limite di caratteri non è affatto semplice. Tagliare poi quando le parole sforano la lunghezza consentita può risultare un vero dramma per l’autore, lo sappiamo bene! Perciò ringrazio tutti i partecipanti che hanno reso entusiasmante e viva la sfida. Noi vi abbiamo letto con onore.

Un applauso anche ai giovanissimi, perché fino all’ultimo non ne volevano sapere. Troppo difficile: “Ma sono tutti scrittori veri!” mi sono sentita rispondere. Il che implica che da qualche parte esistono degli scrittori finti (?!) e che per loro ragazzi, fuori dagli schemi editoriali, che tu sia pubblicato, non pubblicato, self-publisher o pubblicato con l’EAP, solo per il fatto che scrivi storie, e storie belle, sei uno scrittore.
Tutto il resto è noia.

E poi a tutti i lettori, perché anche se non vi iscrivete alla newsletter, anche se non mi seguite sui social e non commentate apertamente qui sul blog, molti di voi mi scrivono privatamente, e comunque le statistiche dicono che ci siete e non siete proprio quattro gatti! Se webnauta è qui, è per merito vostro, nessuno escluso. Vorrei foste meno intimoriti dal dire la vostra (non mangio nessuno, lo giuro! sono pure a dieta!), ma magari un giorno arriverò a lamentarmi di avere troppi commenti. 😀

Infine, il grazie con lacrimuccia va anche ai signori giudici, perché non ci può essere nessun capitano senza una ciurma.
Per ringraziarli di aver letto così assiduamente l’ultima settimana, ma anche per l’impegno profuso durante tutti i tre mesi per pubblicizzare il contest sia sui social che nella propria città, ci sono 4 cappellini di webnauta speciali in arrivo! E con la borsa del primo contest, siete attrezzati per qualsiasi avventura adesso!
Anche questi speravo di poterglieli consegnare personalmente, e contavo su una foto tutti insieme del team webnauta, ma non riusciamo mai a metterci d’accordo per un weekend in comune! O hanno una paura fottuta di incontrare il Capitano…

 

E per finire…

Direi che ci siamo meritati tutti una fetta di quella tanto ricercata Clafoutis, no?
La classica prevede le ciliege sommerse nella crema, ma sono ugualmente gradite la clafoutis alle fragole, alle pesche, all’uva e ai frutti di bosco. Ecco, io preferisco quest’ultima versione. Bon Appétit!

E fate i Bardi! 😉

 

Racconti da spiaggia - una fetta di Clafoutis

 

Comments (27)

Rosalia Pucci

Set 13, 2018 at 7:52 AM

Complimenti ai tre classificati, in particolare a Maria Teresa per il secondo meritatissimo posto. Leggerò subito il racconto del vincitore. E’ stata una bella gara, grazie Barbara per l’idea del contest estivo ! Alla prossima

Reply

Barbara Businaro

Set 13, 2018 at 1:47 PM

Grazie a te Rosalia che hai partecipato!
Il vincitore ha vinto con uno stile molto curato, per la giovane età. Come penna, promette molto bene. 🙂

Reply

Nadia

Set 13, 2018 at 8:24 AM

Anche io mi aggiungo ai complimenti per il terzo e il secondo classificato e vado a leggere il racconto del vincitore. Un secondo contest davvero ben riuscito!

Reply

Barbara Businaro

Set 13, 2018 at 1:47 PM

Grazie Nadia, un secondo contest ben riuscito e ancora più battagliero!
Io però sono spossata dopo due giorni di giudici che tirano stelline a destra e a manca… 😀

Reply

Giovanni

Set 13, 2018 at 10:09 AM

Complimenti a tutti. A chi propone iniziative così e a chi vi partecipa e a tutti quelli che sono dietro le quinte in silenzio. Alla fine sono soddisfazioni. 🙂

Reply

Barbara Businaro

Set 13, 2018 at 1:48 PM

Dietro le quinte, in silenzio, ci sono solo le penne! Che anche le tastiere fanno parecchio rumore!
Grazie Giovanni, spero che al prossimo sarai tra i nostri concorrenti. 🙂

Reply

Calogero

Set 13, 2018 at 11:41 AM

… e infine riuscimmo a veder le stelle (Filippo, Maria Teresa, Darius)… parafrasando una famosa chiusa.
Complimenti ai vincitori! Avete meritato. Grazie per aver competuto.

Complimenti e grazie anche alla giuria, per aver accettato il troppo spesso ingrato compito di fare una scelta, agli organizzatori che si sono mossi dietro le scene per curare ogni aspetto del contest, e naturalmente al Capitano che ci ha ospitati a bordo del suo vascello con il nostro bagaglio di parole, senza la quale tutto questo non sarebbe stato possibile. Grazie, Barbara, mi sono molto divertito 🙂
Attendo con ansia il prossimo contest.

Reply

Barbara Businaro

Set 13, 2018 at 1:48 PM

Grazie anche a te di aver partecipato. Prima del prossimo contest però… devo riposarmi! 😀
Come avrete visto, i racconti sono arrivati per lo più nelle ultime settimane, tre nelle ultimissime ore!
E poi la scelta è stata durissima, perché i giudici non hanno gusti per nulla simili, né come generi letterari né come stili. Quindi racconti meravigliosi per alcuni, non entravano nelle grazie di altri. E ognuno a difendere la propria causa, ovviamente.
Volevano rimettere la decisione completamente a me, proprio stile Alessandro Borghese, ma io ho “gentilmente” rifiutato. 😀
Perché questi giudici sono lontani dalla scrittura e dunque rappresentano abbastanza la diversità del pubblico che entra nelle librerie.
Chi legge questo, chi legge quest’altro. Cosa incontrerà maggiormente i loro gusti e li metterà d’accordo?
Erano talmente in difficoltà che volevano pure provare a moltiplicare i premi! 😀

Reply

Calogero

Set 13, 2018 at 7:14 PM

Moltiplicare i premi sarebbe stata una pessima scelta; come dire “Bravi, bambini, avete vinto tutti”.
Comunque una fetta di quella magnifica clafoutis in fondo al post non mi dispiacerebbe. Potresti inviarmela, evitando di zipparla però: dicono che in fase di compressione le ciliege tendono a guastarsi 😀

Reply

Sandra

Set 13, 2018 at 12:31 PM

Bravissimi tutti, partecipanti e organizzatori, in pista nonostante il caldo.
Io personalmente mi sono resa conto che faccio una gran fatica a leggere i racconti nei blog, a meno che siano brevissimi.
Ho convogliato tutta la mia energia scrittoria estiva in una pesantissima revisione prima e in un nuovo romanzo poi, quindi niente.

Reply

Barbara Businaro

Set 13, 2018 at 1:50 PM

E quindi niente, non credo tu senta il bisogno di scusarti.
Non comprendo la difficoltà di leggere racconti nei blog: perché sei costretta a leggerli dal computer e ti affatica? Però tu sei abituata a scrivere e scorrere interi romanzi su Word! Forse leggi i blog dal cellulare?
Se ti può essere utile, i possessori di Kindle possono leggere qualsiasi pagina web (dunque anche i blog) sul proprio dispositivo tramite la funzione Send to kindle. Può essere utilizzata in due modalità: installando un’estensione per Chrome/Firefox sul proprio pc e con un solo bottone si invia qualsiasi pagina web al dispositivo; salvare la pagina web come documento, anche in pdf, e inviarla via mail all’indirizzo di sincronizzazione Kindle. Trovi tutto qui, in italiano: Inviare documenti a tablet Fire, eReader Kindle o applicazione di lettura Kindle
Certo, lo so, sei poco tecnologica. Ma chissà, potresti anche provare. E’ semplice quanto Whatsapp! 😉

Reply

Darius Tred

Set 13, 2018 at 2:26 PM

Perbacco! Mi hanno messo sul podio! Troppo buoni, ragazzi. Dopo aver letto gli ultimi racconti mi son detto che sarebbe stata dura-dura-dura. Ma onestamente quel che contava (almeno per me) era divertirsi. E io mi sono divertito molto. Spero che si siano divertiti anche i lettori tutti.

Quindi grazie mille per la medaglia di bronzo. Mi congratulo con i vincitori della medaglia d’argento e d’oro, Filippo e Maria Teresa. Bravi. Davvero. Mi unisco ai ringraziamenti per i giudici e per Barbara. Anch’io vorrei dire “Ci vediamo al prossimo contest” ma… ecco, meglio un generico “Alla prossima!” 😀 😀 😀

Reply

Barbara Businaro

Set 13, 2018 at 7:42 PM

Non è detto che un racconto che arriva all’ultimo momento riesca a scalzarne un altro alle prime posizioni da mesi.
E il tuo li aveva trovati d’accordo fin da subito. 🙂
Per il prossimo contest… riposiamoci un attimino, và! Non credere poi che alzerò di nuovo il limite di caratteri! 😀

Reply

Massimiliano Riccardi

Set 13, 2018 at 3:45 PM

Ragazzi, complimenti a tutti. Bravi, bravissimi.

Reply

Barbara Businaro

Set 13, 2018 at 7:45 PM

Si, sono stati proprio bravi. Anzi, Bardi! 🙂

Reply

Marco Amato

Set 13, 2018 at 8:02 PM

Complimenti ai vincitori e a tutti i partecipanti. Complimenti anche ai giovani che già da ragazzini mostrano un talento interessante.
Il prossimo anno giuro che partecipo… ehm no… Non mi frego più e non farò mai più promesse, che poi devo chiedere all’ultimo minuto favori a scrittori terzi e mi becco pure una sgridata. 😛
Brava Barbara, se riuscita a mettere su bel contest, quindi merito anche all’ideatrice e alla giuria. 😉

Reply

Barbara Businaro

Set 14, 2018 at 11:57 PM

Grazie Marco, e ringrazia pure gli scrittori terzi! 😉

Reply

newwhitebear

Set 13, 2018 at 10:35 PM

innanzitutto un complimento a Barbara e alla sua ciurma per come hanno guidato il contest. Poi i meritati applausi ai vincitori, di cui leggerò le storie.
Dunque alla prossima avventura.
Grazie atutti

Reply

Barbara Businaro

Set 14, 2018 at 11:58 PM

Grazie a te whitebear, che hai iniziato l’invio dei racconti! Non c’è mai nessuno che vuol rompere il ghiaccio e cominciare! 🙂

Reply

Giulia Mancini

Set 14, 2018 at 6:14 AM

Ho letto il post ieri sera ma commento oggi, bravissima Barbara e bravissimi i giudici a lavorare su questo contest così ben riuscito. Complimenti ai vincitori, premio meritatissimo quello di Maria Teresa che ho letto e apprezzato molto (andrò a leggere gli altri due). Mi sono divertita a partecipare con il mio raccontino ed è stata una bella esperienza. Grazie di cuore

Reply

Barbara Businaro

Set 15, 2018 at 12:12 AM

Grazie Giulia. Anche tu hai partecipato con un bel racconto, li avete proprio messi in difficoltà sti giudici! 🙂

Reply

Elena

Set 14, 2018 at 11:21 AM

Ciao Barbara, congratulazioni per aver messo in pista un contest che mi ha molto stimolata e portata su strade che altrimenti non avrei percorso. Complimenti e congratulazioni ai vincitori, ora corro a leggere il post che mi manca, ma intanto viva tutti e viva Webnauta!

Reply

Barbara Businaro

Set 15, 2018 at 12:13 AM

Grazie Elena, e anche se mi suona strano, viva webnauta! 😀

Reply

Maria Teresa Steri

Set 14, 2018 at 2:10 PM

woooooowwww!! Davvero non ci credo! Grazie infinite, sono felicissima e adoro da morire l’idea della tazza Webnauta! Giuro che mi fa tantissimo piacere ^_^ Grazie prima di tutto a Barbara che ha organizzato e ai giudici un enorme ringraziamento! E anche complimenti a tutti, vincitori e non, perché è stato un bellissimo contest e, per quanto mi riguarda, un’occasione preziosa per mettermi in gioco.
Tra parentesi sono tornata a casa da pochissimo (per alcuni giorni non potevo collegarmi) e quando ho visto la newsletter mi sono detta: ma hanno già stabilito i vincitori? Non so perché ero convinta che la giuria si sarebbe ritirata in quelle sedute lunghissime in stile serie tv 😛
Non vedo l’ora di fare una foto con la tazza!!

Reply

Barbara Businaro

Set 15, 2018 at 12:14 AM

Ed ecco la medaglia d’argento, quella che nemmeno sapeva di scrivere così bene pure i racconti! 😀 😀 😀
La seduta dei giudici non è stata lunghissima, due giorni, ma sono stati i due giorni più lunghi dell’anno! 😉

Reply

Marina

Set 14, 2018 at 4:15 PM

Clap clap ai vincitori; due, poi, li conosco, come non andarne fiera!

Reply

Barbara Businaro

Set 15, 2018 at 12:15 AM

Vai a leggere anche il primo, che per essere un giovanissimo se l’è cavata egregiamente! 🙂

Reply

Leave a comment