• Seguimi sui social ->

L’odore del legno

Sento ancora l'odore del legno, di quella vernice lucida a buon mercato con cui era stata tinteggiata la porta della cucina. Finivo sempre per piangere accucciata a quella porta, con gli occhi fissi sulla cornice che ne teneva fermo il vetro nel mezzo. Ricordo ogni particolare, ogni scalfittura del vecchio…

Le cose cambiano

"Ti prego, dimmi che non c'è. Questa mattina non la potrei proprio reggere." Tommaso guardava dallo spioncino la situazione fuori sul pianerottolo. In apparenza tutto tranquillo, nessun rumore, porta di fronte chiusa e immobile, nemmeno uno scricchiolio in lontananza. Lo zerbino spazzolato e lindo come sempre. Welcome, alle porte dell'inferno.…

Smemoranda e Serenase
Giorno 1 – Casa

"Siamo arrivati signorina. Le prendo i bagagli." Scendo dal taxi un po' frastornata. Sono partita col primo volo disponibile dopo essere uscita dall'ufficio, tutte le mie cose stipate in un minuscolo trolley. Sono tornata a casa, anche se questa non è proprio casa mia, io sono cresciuta nell'edificio a fianco.…

Schianto
(Crash)

Un altro Halloween, un altro racconto della storia di Liam e Caitlyn, il terzo di quella che sta diventando oramai una serie, contro ogni mia previsione. Se avete perso le puntate precedenti, le potere leggere qui: La storia di Liam e Caitlyn   Il velo tra i vivi e i…

Con tanto amore e un cellulare

Avevo deciso che avrei ucciso mio marito. Lo amavo troppo. Oh, non ero gelosa e per la verità non me ne aveva nemmeno mai dato motivo: mai uno sguardo fuori posto verso le altre donne, nessun profumo sui suoi vestiti che non fosse esclusivamente il mio, mai un contrasto o…

Guerra di muscoli

Non posso stare ferma, devo continuare a camminare anche se l'aria inizia a farsi calda e pesante. Il nemico è sulle mie tracce, potrebbe essere a pochi chilometri dietro di me. Oppure vicinissimo, nascosto tra le fronde di questo bosco impervio, in attesa del momento migliore per afferrarmi. Aumento il…

Come mi sequestrarono il frullatore
al Salone del Libro di Torino

Che fine avrà fatto il frullatore dell'ultimo Salone del Libro di Torino, quello sequestrato all'ingresso in fiera? Così bizzarro e fuoriposto, ci siamo chiesti in tanti quale era il suo destino. E quale sarà stata la sua fine. Qualcuno, si diceva, dovrebbe proprio scriverci un racconto... (E mi perdonerà Carlo…

Una famiglia per Claudine

Questo è un "racconto in divenire", nel senso che non sono del tutto convinta su come l'ho scritto e su come lo dovrei revisionare. Si tratta di uno degli esercizi di scrittura libera dati durante il corso che ho seguito lo scorso novembre: ci venivano date delle immagini, tra cui…

Niko
“Speed Date” cutted scenes

Taglia, taglia, taglia. Tutte le volte che scriviamo, qualcuno ci dice di tagliare. Non solo parole, frasi e paragrafi, ma intere scene, centinaia di caratteri eliminati in un sol colpo. Non sono necessarie alla storia, questo è vero, a volte rivelano troppo e troppo presto al lettore, eppure hanno un…

Speed Date
L’amore in 3 minuti

La prima volta che era entrata in quel bar, così luminoso nei suoi colori pastello, Suzi era appena arrivata nel nuovo appartamento, con i mobili della cucina che dovevano ancora essere consegnati, a farle compagnia solo un tavolo, una sedia e un frigorifero vecchio. Nulla per una colazione calda ai…