Un’occasione perduta

Leggo ogni mattina sul quotidiano, odoroso di fresca stampa, che ormai la ripartenza dell'economia, del lavoro, della socialità, è prossima, ricominceremo presto le nostre vite normali, così come lo erano prima che un invisibile nemico comparisse tra i nostri abbracci e nascondesse i nostri sorrisi. La ruota tornerà a girare…

Non so più chi sei

Durante una passeggiata con un amico un sabato mattina per le viuzze del mio vecchio quartiere mi capitò un fatto estraniante. Eravamo entrambi concentrati nella nostra accesa conversazione a tema economia mondiale, su fronti e pareri opposti. Dall'altra direzione del marciapiede giungeva un giovanotto che la mia mente riconobbe come…

Scusarsi è segno di intelligenza

Quand'ero ragazzino per qualsiasi errore avessi commesso, anche in buonafede, le scuse verso le persone coinvolte e danneggiate erano il primo atto dovuto. Chiedi scusa, ripeteva mio padre senza ancora ascoltare le mie giustificazioni per l'accaduto. Solo dopo aver presentato la mia sincera richiesta di perdono, dando prova di aver…

Negare la paura

Come altri di voi in età matura, quella della saggezza mi auguro, questo strano anno lo osservo per lo più dalla finestra. Mi ritengo pure un privilegiato per questa possibilità. Una pandemia globale non è certo cosa di ogni giorno, è un evento epocale senza dubbio e in questa tragica…

La ragazza che ascoltava De André e le sue canzoni

Ho conosciuto Sandra Faè ancora prima della creazione di webnauta. Ci siamo incrociate in qualche blog comune, tra i commenti, a parlare di libri belli e editoria, non sempre bella. Lei con una carriera scrittoria avviata, dopo una lunga gavetta, io che cercavo di capirci qualcosa, in punta di piedi,…

La verità di oggi

Durante questo straordinario periodo della nostra epoca, segregato anch'io tra le quattro mura domestiche, escludendo qualche rilassante conversazione tra terrazzi adiacenti, o tra terrazzo e vicinato a passeggio con quadrupedi di affezione, o qualche ora in giardino per il mio turno di usufrutto della panchina condominiale, mi sono messo alla…

L’educazione inizia dalla porta

Quando esco di casa la mattina presto nessuno se ne accorge. La mia compagna dice che mi muovo con la leggerezza di uno spirito, non solo nel nostro appartamento, pure quando chiudo dietro di me il portoncino condominiale, con lo scatto automatico. I suoi sogni vengono invece bruscamente interrotti dai…

L’illusione di tornare indietro

Di fronte ad una scelta che si rivela sbagliata o ad un errore dalle nefaste conseguenze si vorrebbe sempre tornare indietro, per correggere la sequenza al momento opportuno. Ma tornare indietro è una mera illusione. Quand'anche riuscissimo a viaggiare nel tempo, potendo muoverci a ritroso nella nostra vita o nella…

Caro amico ti scrivo

Caro amico, ti scrivo non per distrarmi come suggerisce la famosa canzone, piuttosto per cercare di mettere ordine ai miei pensieri, con le parole e il tempo che meritano. Ho sofferto nel leggere la tua ultima missiva, così carica di rabbia, frustrazione e risentimento. La vita ci ha diviso su…

La musica e la scrittura di “Un giorno, sempre”

Quando è uscito questo libro, ultimo di una serie di quattro volumi, l'autore ha spiegato di averlo scritto anche come romanzo a sé stante, allo stesso modo di tutti gli altri che compongono la serie, ognuno leggibile in maniera indipendente. Le avventure dei protagonisti si intersecano in ogni libro, lasciando…