Parole innamorate

Ci sono delle parole che ci affascinano, ci conquistano e ci seguono lungo tutti i nostri scritti in maniera ossessiva perché non riusciamo proprio a farne a meno e nessun'altro sinonimo riesce a renderci la stessa emozione? Questo è quello che si è chiesta Maria Teresa Steri nel suo articolo…

I sogni chiedono rispetto

Questa è una riflessione che mi porto dietro da un paio d'anni, non solo per la scrittura, ma anche per altri ambiti della propria vita, da quello professionale alla forma fisica, dai viaggi per svago alle relazioni sentimentali, da un semplice passatempo alla realizzazione di qualcosa di unico che ci…

Il luogo nascosto di Frankenstein

Che effetto fa leggere la storia della propria famiglia in un classico dell'horror? Rabbia, perché quel romanzo non dice tutta la verità, almeno stando ai diari di mio nonno. Dubbio, perché il comportamento di mio padre sembra ricalcare quanto si narra sul carattere del mostro. Malinconia, perché anch'io ho ereditato…

Dracula di Bram Stoker
(o di Francis Ford Coppola)

"Ho attraversato gli oceani del tempo per ritrovarti." Principe Vlad, dal film Dracula di Bram Stoker Dopo aver terminato la lettura di Frankenstein di Mary Shelley ed essermi arrabbiata con Hollywood per avermi ingannato con le diverse versioni cinematografiche, come ho raccontato nel mio post Frankenstein, ovvero quando il cinema…

Perché non leggiamo tutti i nostri libri?

Quest'anno mi sono ripromessa di leggere il più possibile i volumi accumulati negli anni, accatastati sul tavolino o in doppia fila dentro la libreria, cercando di evitare ulteriori nuovi acquisti. Ma per quanto io cerchi di velocizzare la mia lettura, ci sono sempre troppi libri che mi interessano e che…

Frankenstein
Ovvero quando il cinema rovina i classici

Sono arrabbiata con Hollywood. Per anni ho odiato questo libro, Frankenstein di Mary Shelley, uno dei cento classici da leggere nella vita, per l'idea che il cinema in numerosi trasposizioni me ne aveva dato fin da bambina. Tutte pressoché sbagliate, a cominciare dal suo mostro. Vistose cicatrici che più che…

Non sai cosa scrivere?
Gioca a carte o chiedi all’oracolo!

Avevo già scritto tempo fa sul blocco dello scrittore, citando le parole di Rosa Montero sul suo saggio La pazza di casa (così Santa Teresa d’Avila definiva la fantasia) e proponendo degli strumenti inconsueti per combattere il suddetto blocco, dal sapone per sciogliere i dubbi al cuscino per concentrare le…

Zotero, il tuo assistente personale di ricerca

Mentre stavo cercando informazioni su Transkribus, il software che effettua il riconoscimento automatico del testo scritto a mano (se vi siete persi l'articolo lo potete leggere qui: Transkribus per trascrivere e condividere manoscritti di ogni epoca), consultando i vari siti universitari mi sono imbattuta in un altro progetto interessante, largamente…

Transkribus per trascrivere e condividere manoscritti di ogni epoca

A volte il mio lavoro di consulente informatico mi porta a contatto con realtà meravigliose, anche in ambito accademico. Per chi non lo sapesse, mi occupo di digitalizzazione di processi di business in aziende di medio-grandi dimensioni, sviluppando sia soluzioni di workflow per le diverse aree sia applicazioni per acquisire,…

In viaggio nello spazio…
Lettura condivisa di Guida galattica per gli autostoppisti

Tra i commenti del mio post Il dubbio de… Il salmone del dubbio, Marina Guarneri del blog Il Taccuino dello Scrittore ha espresso la sua curiosità nel leggere Douglas Adams, ispirata proprio dal suo approccio comico alla fantascienza, materia di solito un po’ ostica. Sapendo che lei è pratica di…