Corso gratuito di yWriter6 in italiano

yWriter6 è un programma di videoscrittura avanzato studiato appositamente per narratori, sviluppato dal tecnico informatico Simon Haynes: il software suddivide il lavoro in capitoli e scene, dove la singola scena è l’unità minima su cui lavorare.
Gestisce anche riepiloghi, obiettivi, conflitti, esiti, punti di vista, marcatori di trama/sottotrama, marcatori di stato, note e appunti per ogni scheda, reportistica con sinossi compresa, storyboard.
Si può configurare un backup automatico, nonché vari sistemi di backup simultanei (FTP, email, cloud).
Il testo può essere esportato in diversi formati standard: HTML, Text, RTF, LaTex, eBook
Il software è completamente gratuito e disponibile su sistemi Windows (yWriter5 fino a Win 7, yWriter6 anche su Win 10) e su sistemi Linux e Mac OS X tramite le librerie Mono. E’ possibile utilizzare il pacchetto anche da chiavetta usb, senza installazione.

Di seguito i vari articoli che compongono questo corso gratuito in italiano.

1. Introduzione yWriter6
Panoramica sul software di scrittura creativa, con le sue caratteristiche principali, le modalità di istallazione e le risorse di aiuto e supporto in rete. Creazione di un nuovo progetto e impostazione dei vari backup, compreso quello automatico in cloud.

2. Capitoli e scene
Gestione specifica dei capitoli e delle scene di un progetto, con il dettaglio dell’area di lavoro: la schermata principale, l’area Capitoli con tutti i menù commentati, l’area Scene con la definizione delle colonne visualizzate. Breve panoramica sull’editor delle scene.

3. Editor delle scene
Approfondimento dettagliato del cuore del programma, ovvero l’editor di testo con cui scrivere effettivamente il vostro romanzo: barra dei menù, schede della scena, barra degli strumenti, area di navigazione e salvataggio, barra di stato, menù contestuale in linea, lettura automatica tramite Assistente vocale. Analisi particolareggiata di ogni scheda della scena: Dettagli, Personaggi, Luogo e Elementi, Annotazioni, Foto e Obiettivi, Exporting, Time e Classificazione.

4. Personaggi, Luogo e Elementi
Dettaglio della gestione di Personaggi, al Luogo e agli Elementi all’interno del progetto, che vengono poi utilizzati all’interno di ogni singola scena. Analisi della scheda del personaggio, con i tab Note biografiche, Annotazioni, Obiettivi e Foto.

5. Dizionario in Italiano
Caricamento del dizionario standard in lingua inglese e abilitazione del correttore ortografico. Personalizzazione con il dizionario italiano, scaricabile gratuitamente.

 

Il progetto di Alice per voi

Come dicevo, ho creato il progetto con i primi 6 capitoli di Alice nel Paese delle meraviglie, senza alcuna limitazione né iscrizione richiesta, completamente gratis.
Se però avete trovato questo articolo utile, condividetelo sul vostro social preferito con gli appositi pulsanti sotto. Sharing is caring!

 

Download yWriter6_Alice_nel_Paese_delle_meraviglie.zip

Il file sarà aggiornato man mano che vedremo altre funzionalità del programma e compilerò altre sezioni del progetto/libro di Alice. Dopo aver effettuato la decompressione dello zip, vi basterà aprire dal vostro yWriter6 il file Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie.yw5

yWriter6 - ProgettoAlice

Potete utilizzare yWriter6 in versione portable da una chiavetta usb ed aprire così il progetto di Alice lasciando pulito il vostro computer. A questa pagina trovate le istruzioni necessarie: Run From Thumb Drive
Sostanzialmente per Windows Vista, 7, 8 e 10 non occorre aggiungere nulla; per Windows XP è necessaria l’installazione del DotNet 2.0 Framework (se avete Internet Explorer aggiornato non occorre e ve lo dirà l’installazione stessa).

10 commenti su “Corso gratuito di yWriter6 in italiano

    1. No, mai visto. Ma sono andata a vedermi il sito e in questo momento su Chrome è inaccessibile e su Firefox mi dà un avviso di sicurezza. Leggo altrove che dovrebbe essere una piattaforma per poter scrivere online (e quindi potenzialmente da qualsiasi dispositivo e computer) accedendo con la propria login e password. Inoltre, dai social ho la sensazione che non sia più amministrato: la pagina Facebook è stata chiusa, l’ultimo tweet è del novembre 2014 e su Google+ si sono fermati a giugno 2014. Leggo altresì su qualche sito che lo aveva recensito ancora un anno fa che qualche utente ha perso la password e non gli è stato dato modo di resettarla, perdendo quindi tutto il lavoro. E questo è uno dei motivi per cui diffido di tool di scrittura solo online, senza un backup automatico e accesso sempre garantito.

      1. Io ci sono entrato in questo momento con Firefox e ho ritrovato quel racconto non cominciato, Ora provo con Google chrome e con opera e ti so dire.
        ciao

  1. E, infine, entrato con Opera. Tutto Ok. Se il dettaglio può interessare, il mio S.O. in uso è Xubuntu 16.04.2; con Win (7,8.1 e 10) diciamo che mantengo solo i rapporti diplomatici. Riprova! Magari dai un’occhiata alla cache o ai proxy dei tuoi browser. Ah, sulla prim mia risposta il racconto non è finito non “non cominciato”. Scusa l’errore.
    Ciao

    1. Si Stefano, in questo momento il sito LitLift risponde, ma ieri sera no, per ben tre ore (se vuoi i particolari: da mobile con Chrome, da Windows 7-8.1 e 10 con Chrome, Firefox e IE – Edge nemmeno lo considero). Potenzialmente tre ore di scrittura perse. In un gruppo Facebook a loro intestato, ma diverso da quello pubblicizzato sul loro sito, che invece è stato chiuso (la comunicazione non sembra il loro forte), leggo che già nel 2014 avevano problemi con l’hosting e gli utenti lamentavano di non accedere ai loro testi. A prescindere dalla perfezione dell’interfaccia e dalla comodità d’uso, non è ammissibile un disguido del genere nel servizio. Se dalla sera alla mattina loro falliscono e chiudono, gli scritti inseriti che fine fanno? In Privacy & Legal del loro blog (sarebbe corretto però che fosse nel dominio principale) non lo dicono.

  2. Hai ragione! Io l’ho voluto provare ma lo trovo un tantino farraginoso per chi scrive racconti: sembra progettato più per romanzieri o saggisti. Può risultare comodo avere i propri scritti on line cosi da potervi accedere e continuare da qualsiasi posto e con qualsiasi computer si abbia in un dato momento per le mani e per questo io tengo tutto su Google docs. Olte che in chiavetta, naturalmente.

    Ciao e grazie dell’ospitalità

    1. Beh, Google Docs è difficile che sparisca dall’oggi al domani, anch’io lo uso ed è molto comodo. Hai mai considerato anche di utilizzare il cloud come backup? I racconti li scrivo da più computer, tutti agganciati a Dropbox, che effettua salvataggio in cloud e versionamento automatico. Qualche anno fa ero scettica, ma ora mi sento più tranquilla da rotture improvvise dei computer.
      Se ti interessa, ho scritto qualcosa qui sui sistemi di backup per scrittori: Strategie di backup per scrittori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *